Primo numero 2021
NON C'E' SPERANZA SENZA FEDE

Care amiche e cari amici di Don Bosco nel mondo,

ben trovati e Buon Anno!

Il nuovo anno porta con sé anche l’avvicendamento in Fondazione DON BOSCO NEL MONDO di don Tullio Orler con la mia persona, nel cammino di sostegno alle missioni salesiane e ai ragazzi più poveri.

Mi chiamo Giampietro Pettenon e sono salesiano coadiutore da 35 anni. In questi ultimi anni ho maturato l’esperienza di sostegno alle missioni salesiane nella casa madre della Congregazione Salesiana a Torino -Valdocco ed ora mi trovo a Roma pienamente inserito nella vita della nostra organizzazione a vantaggio dei più bisognosi.

Desidero innanzitutto ringraziare il mio predecessore, don Tullio Orler, che in questi anni avete imparato a conoscere, per la dedizione e per l’impegno concreto speso a favore delle missioni salesiane dei Paesi in via di sviluppo.

Più di ogni altra cosa, inoltre, ringrazio sinceramente ciascuno di Voi per il sostegno ricevuto durante l’anno appena trascorso. Malgrado sia stato un tempo di grande prova per tutti, che per molti ha coinciso con il distacco da tante persone care, familiari e amici o la perdita del posto di lavoro, non avete mai fatto mancare la solidarietà e la vicinanza alle opere salesiane. Questo ci dà lo slancio per non perdere la Speranza e per cercare nuovi modi per farci prossimo di chi vive in situazione di bisogno.

In questo numero vogliamo farvi conoscere la drammatica condizione dell’infanzia nella Repubblica Democratica del Congo, dove bambine e bambini rimasti orfani di uno o entrambi i genitori, vengono allontanati da casa con l’accusa di stregoneria. Le testimonianze di alcuni di loro toccano i nostri cuori e le nostre coscienze nel profondo. Non possiamo rimanere indifferenti, così come succede ai missionari salesiani che li accolgono nel Centro Muetu Don Bosco a Mbuji Mayi.

Spostandoci in Nigeria scopriamo poi la storia di don Italo Spagnolo salesiano missionario dal 1982, che il desiderio di aiutare il prossimo lo ha portato sempre a mettersi in gioco senza paura portando lo spirito di Don Bosco in ogni sua opera.

Com’è ormai tradizione, inoltre, avvicinandoci alla Festa del nostro amato Don Bosco, ci soffermiamo a fornire alcuni spunti di riflessione proposti dal Rettor Maggiore attraverso la Strenna “MOSSI DALLA SPERANZA” per il 2021.  Dio nel suo Spirito continua a fare “nuove tutte le cose”, perciò anche noi dobbiamo riuscire a cogliere nella difficoltà del momento un’opportunità di rinnovamento.

Non ci stanchiamo di ringraziarVi per il sostegno che, attraverso la Fondazione DON BOSCO NEL MONDO, arriva ai figli di Don Bosco che operano in ogni parte del mondo a servizio dei più svantaggiati. Come amiamo ricordare ad ognuno di Voi, i missionari salesiani donano la loro vita al Signore per i più bisognosi e il Signore tiene conto di ogni investimento che viene fatto nella Carità.

Che il Signore e Don Bosco benedicano e ricompensino la Vostra grande generosità e proteggano ciascuno di Voi. A tutti giunga il nostro più affettuoso saluto e augurio di Buona Festa di San Giovanni Bosco!

Giampietro Pettenon

Salesiano di Don Bosco

Per Ricevere il Magazine Don Bosco Nel Mondo a casa tua, abbonati compilando la scheda e accetta l’informativa sulla privacy.