Giornata Mondiale dell’ambiente

In Colombia un gruppo di ragazzi impegnati socialmente con un profondo senso del valore e del rispetto per la nostra Madre Terra, lo scorso anno è sceso attivamente in campo per tutelare e difendere il “Polmone Verde” del mondo: la Foresta Amazzonica.

Sono riusciti ad ottenere una grande vittoria: Infatti la Corte Suprema di Giustizia della Colombia, con una storica sentenza del 4 Aprile 2018 n. STC 4360-2018, si schiera dalla parte di 25 giovani che hanno chiamato in causa il governo colombiano perché non in grado di arginare la deforestazione selvaggia che in questi anni l’ha devastata dichiarando la Foresta Amazzonica soggetto giuridico con gli stessi diritti di un essere umano.

“Le conseguenze dell’attuale distruzione della natura le subiranno principalmente le generazioni future”, da questa premessa la Corte di Giustizia ha accolto la richiesta di tutela avanzata da questi giovani colombiani che hanno affermato il loro diritto di vivere in un mondo in cui la natura venga tutelata come bene primario necessario alla vita e che la Foresta Amazzonica sia riconosciuta parte essenziale della vita stessa, il disboscamento selvaggio a cui è sottoposta mette in pericolo il futuro di tutti, “la distruzione della Foresta minaccia i diritti fondamentali alla salute, ad un ambiente sano e alla vita stessa” denunciano i 25 giovani.

La Corte ha quindi imposto allo stato colombiano di “adottare un piano di azione a breve, medio e lungo termine per proteggere questa regione del Paese” e ha ordinato un “patto intergenerazionale per la vita dell’Amazzonia colombiana (PIVAC)” attraverso il quale adottare misure per ridurre a zero le emissioni di gas serra e la deforestazione. Per la prima volta un organo giurisdizionale riconosce che i cambiamenti climatici hanno potenziali effetti negativi sulla salute umana e sulla vita e impone la tutela del territorio come necessaria per la tutela dei diritti fondamentali dell’individuo.

Il futuro della Foresta Amazzonica deve ringraziare questi 25 giovani coraggiosi che si sono messi in gioco in prima persona per affermare il proprio diritto di vivere in un ambiente più sano, speriamo che sempre più Stati seguano l’esempio della Colombia e scelgano di tutelare uno dei beni più preziosi che abbiamo.

I nostri giovani sanno insegnarci molto, impariamo ad ascoltarli: ci hanno insegnato che ognuno di noi può essere parte del cambiamento, facciamo la nostra parte ora per il loro futuro, per il futuro dei loro figli. I salesiani sono in prima linea per promuovere la tutela dell’ambiente, lottano contro gli sprechi incentivando il consumo sostenibile e l’uso di energie rinnovabili, il rispetto del pianeta è uno dei valori che trasmettono ai giovani nei loro programmi educativi. Ognuno di noi può far parte del cambiamento, dobbiamo solo volerlo.

"Dont Suffocate Our Future"

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo