047872554716ebd35425aadf59b7cf9e LQuando è possibile solo la fede, il silenzio e la preghiera...    

Carissimi fratelli e sorelle della Famiglia Salesiana nel mondo, vi scrivo per condividere una triste notizia e per invitarvi nuovamente a porre la vostra vita e la vostra missione nelle mani dell’Unico nel quale risiede il significato pieno di ogni avvenimento: il Dio dell’Amore e suo Figlio Gesù Cristo, il Signore risorto.

  Stavo giungendo a Brazzaville (Repubblica del Congo) per la visita questa nuova Visitatoria quando l’Ispettore dell’Ispettoria dell’Africa Francofona Occidentale (AFO) mi ha comunicato che, pochi minuti prima, il confratello missionario P. Fernando Hernández è stato crudelmente assassinato e che il P. Germain Plakoo-Mlapa è stato gravemente ferito e si trova ora all’ospedale. Il P. Germain Plakoo-Mlapa era al fianco di P. César Antonio Fernández, che è stato assassinato proprio tre mesi fa come ieri.

  Il motivo di questa tragedia è legato alla vendetta. Sembra infatti che il vecchio cuoco della comunità, che è stato licenziato circa un anno fa, sia entrato durante l’ora di pranzo nel refettorio dei confratelli e con un machete abbia consumato la propria vendetta.

  In tre mesi due confratelli missionari hanno perso la vita in questa Ispettoria. Preghiamo intensamente per la guarigione del P. Germain e anche per le ferite che rimarranno impresse nella sua anima, poiché deve essere terribile sopportare tutto ciò che ha vissuto in questo tempo.

  Cari fratelli e sorelle della nostra cara Famiglia Salesiana, condivido con tutti voi il dolore che i confratelli condividono con le famiglie e per chiedervi il ricordo nella preghiera in quest’ora così drammatica.

  Stiamo vivendo il tempo di Pasqua e in questo momento io posso solo aggrapparmi e ancorarmi nella fede al Signore, tacere e pregare affinché Lui trasformi in vita e bene per il popolo africano e per tutti i popoli il sangue di questi martiri versato crudelmente e innocentemente. I nostri due confratelli, il P. César Antonio e il P. Fernando, hanno vissuto amando profondamente il popolo africano, i giovani africani e le loro famiglie, cercando sempre il loro bene nel nome del Signore. La nostra preghiera di oggi sia di intercessione per loro, di intensa preghiera per il P. Germain e di richiesta di perdono per i loro assassini, come ha fatto il Signore.

  La nostra Madre Ausiliatrice ci prende per mano e ci conduce davanti a Dio Padre. Lei ci accompagna e si prende cura di tutti noi, figli e figlie, su questa terra.

  Con queste parole intendo esprimere le nostre condoglianze e la nostra vicinanza a P. José Elegbede e ai confratelli dell’Ispettoria di AFO, molto provata da questi tragici avvenimenti. Don Bosco dal cielo non ci abbandona, cari confratelli.  

Con vero affetto nel Signore e in Don Bosco,      

D. Ángel Fernández Artime,

sdb Rettor Maggiore  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo